Antitruffa

Cosa succede se ti rivolgi ad un’agenzia senza auto funebre

senza struttura

Cosa succede se ti rivolgi ad un’agenzia senza struttura che è costretta a noleggiare l’auto funebre?

Ecco tre terribili situazioni accadute realmente che devi assolutamente evitare…

C’è sempre molta curiosità riguardo alle auto funebri (chiamate anche carri funebri), non solo per il loro uso specifico, ma anche perché talvolta rappresentano complesse opere di ingegneria e design.

Molti mi chiedono spesso: “Ma quanto costano?”

“Su che auto si possono fare? Dove le fanno?”

“Tu che auto funebre hai? Ma le aziende piccole come fanno?”

Forse ti interesserà sapere che non tutte le agenzie funebri possiedono dei carri propri.

Voglio rispondere all’ultima di queste domande: le aziende funebri più piccole, non potendo permettersi di acquistare un’auto funebre propria, spesso la noleggiano dai centri servizi.

Dirai “non c’è nulla di male”, giusto?

La mia opinione è: dipende.

I centri servizi che prestano mezzi e personale sono nati appositamente per servire queste aziende più piccole.

Purtroppo però non è stato fissato un limite, nel senso che:

  • la micro impresa che non ha requisiti propri, per avere la licenza fa un contratto di appalto con un centro servizi per avere in prestito carro e portantini
  • questo contratto è ESCLUSIVO, quindi la micro impresa potrà rivolgersi solo a quel determinato centro servizi
  • al contrario però, non è stato posto alcun limite di aziende che il centro servizi può servire

Cosa comporta questo?

Vuol dire che un centro servizi che mettiamo caso, ha 10 carri e 30 portantini, può avere in appalto anche centinaia di aziende contemporaneamente.

Di conseguenza, questo vuol dire una cosa sola: servizio non garantito, confuso e di qualità inferiore.

Dovrebbe esserci una proporzione tra la struttura dell’appaltatore e numero di aziende che si possono appaltare, invece non c’è limite.

“Ma quindi cosa succede quando il centro servizi ha già noleggiato tutti e 10 i carri a dieci aziende diverse, e ce n’è un’ undicesima che ha bisogno del servizio?”

Succede che la micro impresa si deve arrangiare. Come?
Chiedendo aiuto in giro finché non trova qualcuno che gli presti l’auto funebre.

Le implicazioni sono queste:

  • l’impresa commette un’irregolarità, non rispettando il contratto d’appalto con cui ha ottenuto la licenza.

(Forse non è ancora accaduto, ma potrebbe succedere che qualche vigile urbano particolarmente zelante blocchi il funerale e ritiri la licenza all’impresa)

  • l’impresa in difficoltà si fa prestare la macchina dal primo che trova, non sapendo nulla di  quanto professionale, discreto, attento ed organizzato è chi presta l’auto

Questo comporta sempre il fatto che alla fine, il servizio finale offerto dall’agenzia funebre non è garantito ai massimi livelli.

Ma purtroppo non è finita qui…

Già, perché capita che anche quando il centro servizi è disponibile ci siano dei disguidi.

A Rovigo per esempio non c’è un centro servizi.

Ciò vuol dire che il carro funebre per venire a fare un funerale nella nostra zona parte da un’altra città, quindi nella migliore delle ipotesi, dopo aver percorso 50 o 100 km in autostrada, la macchina arriva sporca, e quando è parcheggiata in ospedale vicino a quelle della altre ditte, purtroppo si nota.

Quando parliamo di decoro, rispetto e onoranze, quando il tuo desiderio è di onorare nel migliore dei modi una persona che viene a mancare, anche questi dettagli possono essere motivo di dispiacere.
Soprattutto quando tutte le altre auto sono perfettamente pulite e quella che tu hai affittato si presenta come se fosse già stata usata.

Ecco invece cosa succede nei casi peggiori … (attenzione: sono casi che si sono verificati realmente!)

  1. Una volta è successo che l’auto funebre non arrivava più perché rimasta bloccata in autostrada per via di un incidente. In quel caso l’unica cosa che devi fare è trovare un altro carro in pochissimo tempo.
    E ti auguro con tutto il cuore di trovarlo in fretta, perché non è per nulla facile.
  2. L’autista, che proviene da un’altra città, arriva in ospedale e carica sul carro il defunto. Poi imposta il navigatore ma scrive un paese col nome molto simile a quello dove verrà celebrata la Messa.
    Risultato: mentre tutti aspettano davanti alla Chiesa giusta, l’auto funebre se ne va nella Chiesa sbagliata.
  3. Il centro servizi non ha auto da prestare perché, come dicevo prima, magari ne aveva dieci disponibili, ma già tutte prenotate, e con molte agenzie in appalto. A quel punto la persona si deve arrangiare, magari all’ultimo minuto, non sa a chi rivolgersi e si trova quindi allo sbaraglio.

Non posso fare nomi, né dare riferimenti, ma ti assicuro che sto raccontando episodi realmente accaduti.

Ora, è chiaro che qualsiasi automobile può avere un guasto improvviso o trovare un imprevisto durante la strada.

Ma se l’auto parte ogni volta da un’altra città e viene guidata da autisti che non conoscono la nostra zona e si affidano al navigatore, sei d’accordo con me che il rischio di trovarsi in situazioni molto spiacevoli aumenta notevolmente.
Il fatto è che quando si parla di una cerimonia così delicata, toccante e personale, il rischio di imprevisti dovrebbe essere ridotto al minimo.

E io ti assicuro che ho sentito di persona impresari, che non hanno NULLA, raccontare di far parte di società che possiedono decine di auto funebri, di consorzi potentissimi o altre bugie del genere.

Ma io dico: è possibile che, anche quando si lavora in un settore di questo tipo, trovare lo stesso gente così moralmente bassa e professionalmente scorretta da pensare solo al proprio tornaconto e al proprio ego?

È possibile avere un’etica così infima da voler truffare gente che sta soffrendo e che si rivolge a te non solo aspettandosi un servizio, ma magari anche un minimo di sostegno morale, e scoprire invece che l’agenzia a cui ti sei rivolto non ha fatto altro che complicare ancora di più il momento difficile che stai passando?

Per questo motivo ti dico: prima di affidarti ad un’impresa per un funerale, pretendi chiarezza su questi punti:

  1. Accertati che siano proprietari di un carro funebre;
  2. fatti mostrare l’auto e dove viene conservata, potrai così farti un idea della struttura e della professionalità dell’azienda;

E se per qualche strano caso non possono mostrarti l’auto, fatti mostrare la licenza:

su questa c’è scritto se l’azienda ha appaltato carro e personale e con che società ha l’appalto.

Se la società che noleggia è distante… decidi tu se vale la pena rischiare.

Se hai domande su quest’argomento contattami pure, io sono sempre a tua disposizione.

 

 

A presto.

Andrea

 

P.S. Io vado particolarmente fiero della MIA auto funebre “Jaguar”. Non tanto per il marchio o per il prestigio, ma perché possedendo una bella auto funebre sono sicuro al 100% di poter garantire un servizio impeccabile, che rende l’onore dovuto al defunto e soprattutto senza andare incontro a spiacevoli imprevisti.

 

jaguar cipriani onoranze

Ti potrebbe interessare anche

Nessun Commento

Lascia una risposta