Browsing Tag

come scegliere giusta agenzia funebre

    Antitruffa

    Il terzo motivo per evitare un’impresa funebre senza dipendenti: l’incapacità di gestire casi complessi.

    chi fa da sè fa per tre

    Questo è il terzo articolo in cui parlo degli impresari “faccio tutto io” per risparmiare sui dipendenti, dove ti spiegherò che un’azienda di categoria superiore deve necessariamente avere dei dipendenti per essere puntuale e precisa, per avere tempo da dedicare al miglioramento continuo e per avere tempo da dedicare a situazioni burocratiche particolarmente complesse.

    Negli articoli precedenti (prima parte e seconda parte) ti ho raccontato quali sono i disagi che potresti subire se ti affidi ad impresari funebri che vogliono fare tutto loro pur di non assumere e pagare dei dipendenti.

    Al di là dei ritardi, degli errori e delle mancanze che chi lavora in questo modo può facilmente causare, la mancanza cronica di tempo influisce anche sul miglioramento dell’impresa.

    Lo scopo principale dell’assumere ed addestrare personale è proprio quello di liberare tempo da dedicare sia alla cura e all’assistenza alle persone che ci scelgono per onorare un loro caro, sia per la crescita dell’azienda (per crescita non intendo “guadagnare di più”, intendo l’aumento continuo del valore offerto alle persone che ci scelgono, che richiede investimenti ingenti e continui in termini sia di tempo che di denaro).

    Il tipo di impresario che ho descritto nel primo articolo della serie “perché un‘impresa funebre senza dipendenti”, che fa tutto lui (anzi, che fa tutto SOLO lui) perché non si fida a far guidare il carro funebre o a incassare soldi ai dipendenti, si ritrova a non avere mai tempo.

    Trascura i suoi clienti e trascura la sua azienda.

    Però in fin dei conti lavora lo stesso perché in quella zona è “quello storico” che si è fatto il giro negli anni in cui c’era solo lui e nel bene e nel male è diventato il punto di riferimento per le persone che si ritrovano a dover affrontare un lutto.

    Spesso le alternative sono anche peggio, cioè qualche disperato che si improvvisa impresario funebre, senza arte né parte e che fa solo danni e debiti (puoi trovare diversi articoli a riguardo in questo link  oppure in quest’altro link)

    In questo scenario preoccupante, la gestione dei casi particolarmente complessi diventa un’Odissea.

    L’impresario “storico” ha parecchio lavoro e fa tutto lui, quindi non ha tempo per girare per uffici, fare richieste, raccogliere firme e documenti, ecc..

    L’impresario improvvisato non ha né le competenze né l’esperienza per gestire casi del genere.

    Per questo motivo qualche anno fa la nostra impresa, appunto perché ha assunto e formato dei dipendenti per gestire l’ordinaria amministrazione, è stata scelta per gestire un caso davvero complicato: una TUMULAZIONE PRIVILEGIATA.

    Cos’è una tumulazione privilegiata?

    Leggi Tutto