Browsing Tag

come smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Antitruffa

    Come una ricerca approfondita può aiutarti a smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste e che si recensiscono da sole

    Come una ricerca approfondita può aiutarti a smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste e che si recensiscono da sole

    Come una ricerca approfondita può aiutarti a smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste e che si recensiscono da sole

    In un post precedente ho parlato dei comparatori di funerali, evidenziandone l’inattendibilità e i grossi limiti.

    Nelle varie ricerche che ho eseguito per scrivere quel post mi sono imbattuto in una cosa che faccio fatica a giudicare, anzi, non la voglio assolutamente giudicare, perché ritengo giusto che ognuno debba fare le proprie considerazioni.

    Prima di mostrarti come fare al meglio anche tu queste ricerche voglio fare alcune premesse.

    1. questo sistema “omertoso”, dove non si può dire cosa combinano gli altri, favorisce i delinquenti e i cialtroni.

    Certo, si sa che ci sono, ma se nessuno ne parla e nessuno spiega come smascherarli.

    Vuol dire che va bene che esistono e stando zitti un po’ si accettano e un po’ se ne diventa complici.

    Ovviamente non parlo di te, ma delle autorità spesso complici e degli altri stessi professionisti del settore che scelgono di fare il gioco delle tre scimmie “non vedo, non sento, non parlo”.

    2. Con quali scopi ho deciso di scrivere questo blog?

    • raccontare quello che succede nel mio ambiente;

    • dare parametri oggettivi e consigli utili per valutare l’affidabilità delle aziende di onoranze funebri;

    • evitare a chi si trova nella spiacevole situazione di dover organizzare un funerale di cascare nelle grinfie di sciacalli, incompetenti, improvvisatori e imbroglioni;

    • dire chiaramente “non siamo tutti così” (è risaputo che nel nostro ambiente la corruzione, il malaffare, l’aggirare la legge e l’imbrogliare la gente sono cose che capitano abbastanza di frequente e spesso ci rimette chi lavora in maniera onesta perché viene fatta di tutta l’erba un fascio);

    • raccontare quello che faccio e come lo faccio, mettendolo in relazione con quello che fanno le altre aziende, in modo che tu capisca se il mio modo di lavorare può essere adatto o no alle tue esigenze;

    Avrei potuto fare un bel sito vetrina pieno di foto prese da Google e con scritto un sacco di belle cose non verificabili sulla mia azienda, ma non avrebbe avuto nessuna reale utilità per le persone che cercano informazioni on line.

    Il problema è che al momento non esiste il “Tripadvisor” delle imprese funebri.

    Capisco che adesso, detta così, potresti trovarla una cosa squallida. Ma è giusto e sacrosanto che tu sappia che i comparatori di agenzie funebri sono inattendibili e che, come mostrerò più avanti in questo articolo, se si fanno le opportune verifiche i siti vetrina dicono cose non sempre corrispondenti alla realtà.

    Quindi, in questo articolo mi limiterò ad esporre in modo obiettivo fatti che ognuno può trovare e verificare e su cui ognuno può trarre le proprie conclusioni.

    Ora torniamo alla cosa che ho visto e che mi ha dato lo stimolo per scrivere questo articolo:

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    facendo fare un preventivo in una determinata zona ad un comparatore di funerali on line, tra le varie aziende che mi ha dato come risultato ce n’era una sola che aveva delle recensioni.

    Approfondendo la ricerca sui motori di ricerca ho scoperto che ad aver recensito l’azienda sono proprio i proprietari…

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Che si sono recensiti anche su Google

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Attenzione, non sto rivelando nessun dato segreto eh: quelle che ho portato sono informazioni che chiunque può trovare e verificare.

    Che un comparatore on line accetti la recensione del proprietario dell’azienda è un’ulteriore prova della superficialità e dell’inaffidabilità di questi siti.

    Sulla scelta del proprietario di recensire la propria attività non voglio dire nulla, fai tu le tue considerazioni.

    Voglio solo precisare che questa impresa non è mia concorrente in quanto operante in una zona distante dalla mia e che l’ho portata semplicemente come esempio per farti capire che le informazioni che troviamo on line è molto meglio approfondirle e verificarle.

    Queste recensioni però mi hanno fatto venire una curiosità. E cioè…

    Le altre agenzie che operano nella mia zona, cosa dicono sui loro siti?

    E cosa dicono le recensioni? E che informazioni trovo in rete al di fuori del loro sito ufficiale?

    Io sono nato e cresciuto a Rovigo, la mia azienda da sempre opera su questo territorio, e venire a sapere che qui nella mia terra c’è chi diffama il mio lavoro non mi farebbe piacere.

    Nel sito di una delle aziende operanti nella mia città ho trovato scritto un sacco di cose interessanti, che però per la mia esperienza, non corrispondono alla realtà.

    Ho occultato il nome dell’azienda e le facce di chi ci lavora perché come premesso non mi importa gettare fango sul nome di qualche impresa, ma per farti capire che è possibile fare ricerche più approfondite e mettendo insieme le informazioni che provengono da diverse fonti, verificare ciò che viene scritto sui siti delle aziende.

    Cominciamo dall’attenzione al dettaglio:

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Questo è ciò che dicono di loro stessi nel loro sito.

    Questa è una foto di un servizio svolto dall’azienda in questione che ho preso da un quotidiano on line:

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Guardando i dettagli è evidente che:

    • uno porta i guanti e gli altri no;

    • uno ha il cappotto chiuso fino alla gola, altri ce l’hanno aperto;

    • uno ha un taglio di capelli con la cresta;

    Questa foto non permette di vedere ulteriori dettagli, ma ti posso garantire che in quest’azienda vengono normalmente tollerati piercing, orecchini, cravatte allentate, auricolari del cellulare, difformità nel vestiario.

    Io non sto dicendo che questo non va bene, magari a molte persone questi dettagli non importano.

    Voglio però spiegarti cos’è nella mia azienda l’attenzione ai dettagli.

    Devi sapere che dal settembre del 2003 al settembre del 2004 sono stato impegnato nel servizio militare obbligatorio.

    Essendo alto di statura mi hanno scelto nel plotone per fare il picchetto d’onore al presidente Ciampi quando è venuto in visita a Rovigo.

    Ci hanno massacrato di addestramento…

    Poco dopo sono stato chiamato nella Banda dell’Artiglieria Controaerei di Padova perché sapevo suonare il clarinetto e per 10 mesi non ho fatto altro che fare ciò che fa una banda militare: suonare ai giuramenti, alle parate militari, alle commemorazioni, alle visite di personalità importanti.

    Organizzazione, sincronia, aspetto fisico curato e uniformi in ordine sono state il mio pane quotidiano per tutti quei giorni.

    Non ho fatto altro che applicare gli stessi standard nella mia azienda.

    Hai mai fatto caso che la divisa militare si chiama UNIFORME?

    È il significato stesso della parola a definirla, cioè “una sola forma per tutti”.

    Nella mia azienda non vedrai mai uno con i guanti e gli altri no.

    O tutti con i guanti o tutti senza.

    Non c’è spazio per le interpretazioni personali su come portare il cappotto o la cravatta, vanno portati come indicato da me e da Giuseppe.
    Fine della questione.

    Se metti vicino una squadra di portantini in cui ognuno si è sistemato a modo suo e una squadra delle nostre, dove sono tutti vestiti nello stesso modo e sono stati addestrati a muoversi in sincronia, la differenza si vede.

    In questo è particolarmente bravo Giuseppe, che è stato addestratore nei paracadutisti.

    Non dico che bisogna assolutamente applicare una rigida etichetta come quella che applichiamo noi, ma basta guardare il regolamento di qualsiasi istituto alberghiero per capire che creste, piercing e orecchini non sono consoni ad un lavoro come il nostro.

    Queste differenza per te possono essere rilevanti oppure no, rimane il fatto che nel loro sito dichiarano di curare i dettagli.

    Io non voglio esprimere opinioni in merito, però onestamente faccio fatica a capire di che dettagli stiamo parlando.

    Nel loro sito parlano poi degli automezzi

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Anche qui faccio fatica a capire di cosa stiamo parlando.

    Standard qualitativi?

    Non esistono standard bassi o standard alti.

    Un’auto funebre o è a norma o non lo è.

    O è igienizzata o non lo è.

    Le barelle e i carrelli usati per trasportare le salme o sono a norma relativamente alla sicurezza o non lo sono.

    E che siano a norma per quanto riguarda igiene e sicurezza è OBBLIGATORIO, quindi davvero questi “alti standard” non riesco ad interpretarli.

    È come dire che uno per fare il pane adotta degli alti standard e quindi usa acqua pulita per impastarlo. E ci mancherebbe!

    Immagino che sarai curioso di vedere come saranno questi tanto elogiati automezzi, così ho fatto una ricerca on line e ho trovato un’altra foto, sempre pubblicata da un quotidiano, di un loro funerale.

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Magari te ne intendi di automobili, ma per i non intenditori voglio spiegare che auto è quella in foto: si tratta di una Mercedes Classe E del 2003 trasformata in carro funebre a passo corto.

    La trasformazione a passo corto è la più economica, sacrifica i sedili posteriori e quindi non è possibile trasportare i parenti qualora lo richiedessero.

    La Mercedes Classe E che vedi nella foto è la prima versione della serie W211.

    Nei quattordici anni successivi sono uscite:

    • la W211 Evo
    • la W212
    • la W212 restyling
    • la W213

    Io non sto ne giudicando ne commentando, sto solo esponendo i fatti, e i fatti sono che quest’auto è un’auto funebre economica, ha 14 anni e ne sono uscite quattro versioni successive.

    È giusto che tu faccia da solo le tue considerazioni alla luce di quanto letto nel loro sito e delle informazioni oggettive che ti ho dato.

    Se stai pensando che magari hanno altre auto a disposizione, ti dico con certezza che non è così.

    Oltre all’auto che vedi in foto ne hanno un’altra identica

    Un’altra cosa che dichiarano sul loro sito è di essere una realtà del settore tra le più apprezzate.

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Facendo un ulteriore ricerca ho trovato queste recensioni.

    smascherare aziende di onoranze funebri poco oneste

    Io di sicuro con dei voti così altalenanti mi darei da fare per soddisfare meglio le famiglie che mi scelgono e starei ben attento a non lodarmi pubblicamente…

    Come hai visto non ho “parlato male” della concorrenza, ho solo messo insieme varie informazioni che ho trovato on line per dimostrarti che spesso le aziende nei propri siti scrivono cose inesatte o esagerate e che approfondendo la ricerca a volte è possibile vedere come realmente lavora un azienda e cosa dicono i clienti che l’hanno scelta.

    Io continuerò a parlarti del mio lavoro e del mio ambiente, a cercare di darti informazioni utili e parametri per valutare cosa è meglio per te, esortandoti a verificare quello che trovi on line.

    Tu che ne dici?

    Faccio bene o è meglio che scriva un sacco di belle lodi sulla mia azienda come fanno tutti?

    Se vuoi dirmi la tua opinione o chiedermi qualcosa puoi farlo qui sotto nei commenti o scrivermi in privato su info@giuseppeciprianisrl.com

    A presto

    Andrea